Ryke Geerd Hamer

Da Psiram.
Ryke Geerd Hamer

Ryke Geerd Hamer è un ex-medico e inventore tedesco, inventore della controversa Nuova Medicina Germanica. Attualmente è latitante, viveva in Spagna e si trova in Norvegia nella citta' Sandefjord. Avendo attualmente (nel 2008) 73 anni, sta cercando di ottenere l'autorizazzione di esercitare la medicina in Norvegia. Nel maggio del 2008 nomina l'indirizzo della sua casa editrice norvegiese come suo indirizzo: Germanische Neue Medizin Forlag Dr. Hamer, Sandkollveien 11, N-3229 Sandefjord [1].

Biografia: gli anni prima dell' invenzione della Nuova Medicina

La biografia di Hamer è ben documentata nei resoconti pubblicati, nel corso dei diversi procedimenti penali tenutisi contro di lui [2], dagli organi di giurisprudenza tedeschi, austriaci e francesi. I sopracitati resoconti sono parzialmente in contrasto con le biografie che si possono trovare sparse per internet.

Hamer è nato il 17 maggio 1935 a Mettmann, terzo di sei figli maschi. Suo padre, Heinrich Hamer, è stato un pastore protestante dal 1945 a 1969 a Meschede.

Hamer terminò gli studi nel 1953 a Krefeld, sposò Sigrid Oldenburg nel 1956 (si erano conosciuti a scuola essendo entrambi studenti di medicina), e diventò prima teologo (secondo quanto riportato da Hamer, nel 1957 a Erlangen in Baviera) e poi medico (il 10 aprile 1962 all'età di 27 anni, secondo i fascicoli processuali. Vedi [3] [4])

Ricevette il suo dottorato in medicina nel dicembre 1963 [4] [5], la data della sua laurea è riscontrabile consultando la sua tesi che è elencata presso la Deutsche Bibliothek su internet, di consequenza non poteva praticare come medico prima del 1962.

Sostenitori di Hamer raccontano che Hamer sarebbe stato "il più giovane medico della Germania". I dati che si trovano nei fascicoli processuali e la data della sua tesi di laurea (a 27 anni) provano invece un percorso di studio di medicina normale di 6 anni (12 semestri).

Per certo si sa che Hamer lavorò, dopo il 1964 e fino al 1986, in otto ambulatori privati diversi [4]. Nel febraio 1972, dopo 10 anni (di solito ne bastano 5), si specializza in medicina interna (ted. Internist, [4] [6]).

Hamer non è mai stato un ginecologo. Le pagine internet che lo qualificano come "primario in ginecologia nella clinica oncologica universitaria di Monaco" non forniscono le prove per tale asserzione. Come fa un medico di medicina interna a diventare "primario in ginecologia"?

Hamer non è mai stato primario, e non si conoscono riferimenti per poterlo denominare "oncologo", psichiatra o fisico. Prima di inventare la sua Nuova Medicina, adesso chiamata da lui Nuova Medicina Germanica (marchio registrato da Hamer nel 2003), ha inventato e fatto patentare quattro strumenti in medicina, con scarso successo sia scientifico che commerciale: i più citati dai suoi ammiratori sono un coltello elettrico a batterie usato in chirurgia e una sega elettrica per tagliare ossa.

Nel 1972 si trasferì ad Amburgo per un affare immobiliare (che fallì) e tentò di cambiare il suo nome in "Hamer von Fumetti", le autorità però non glielo consentirono [7].

Nel 1976, dopo degli attriti con la "Kassenärztliche Vereinigung Nordbaden" (organizazione dei medici nel Nordbaden che regola le dispute tra medici) rinunciò volontariamente alla sua registrazione presso la "Kassenzulassung" ("kassenärztliche Vereinigung KÄV"). La KÄV dichiara che se Hamer non l'avesse fatto volontariamente, sarebbe stato espulso dalla KÄV a causa di irregolarità. Da quella data, i pazienti dovevano pagare direttamente Hamer, e non più le mutue assicurazioni tramite la KÄV.

Sempre nel 1976 si trasferì per alcuni mesi a Weiterstadt dove ottenne un prestito di 70.000 marchi (circa 35.000 Euro) dal comune per un ambulatorio che non verrà mai aperto, e secondo la rivista Stern non restituì i soldi.

La ditta Kienzle, che espresse interesse verso la commercializzazione del coltello e della sega da lui inventati, si rifiutò infine di produrli perché si vide che provocavano gravi ferite nei tessuti, sopratutto nei casi di tagli non rettilinei. Di conseguenza vennero chiesti a Hamer soldi anticipatigli per lo sviluppo di questi strumenti. Hamer reagì trasferendosi con la famiglia a Roma (Via Cassia 1280, secondo una altra fonte via Margutta) in Italia [7] [8].

la morte di suo figlio Dirk

le barche ormeggiate
Dirk Hamer in ospedale con la sorella Birgit

Secondo indiscrezioni suo figlio Dirk venne espulso dall'Italia nel 1978 a causa di una accusa di "resistenza a pubblico ufficiale". Lo stesso Dirk morì tragicamente, il 7 dicembre dello stesso anno (rif 158), a causa di un colpo di arma da fuoco ricevuto alcuni mesi prima, il 17 agosto, sparato da Vittorio Emanuele (figlio di Umberto II) il quale venne processato e condannato a 6 mesi di prigione e ammetterà, molti anni dopo in una conversazione registrata da una microspia, di aver effettivamente sparato. Dopo, in un intervista, nega di aver fatto queste dichiatazioni [9].

Il suo figlio Dirk Hamer stava dormendo su una barca davanti all'isola Cavallo (Corsica), fu ucciso per errore da una pallottola sparata nella direzione di un'altra persona (probabilmente il medico "play boy" Nicky Pende, figlio del medico di Vittorio Emanuele - rif [10] [11] [12]. Tutto cominciò con un violento litigio tra Vittorio Emanuele e Niki Pende. Il principe accusava il medico romano di aver preso il canotto Zodiac del figlio per salire a bordo del suo yacht, il Coke, ormeggiato a Cala Palma. E per far valere le sue ragioni, imbracciò una micidiale carabina US 30 per la caccia agli elefanti. «Avevo paura delle brigate Rosse» disse ai giudici francesi. E anche: «Temevo poi che i banditi sardi sequestrassero mio figlio». Vittorio Emanuele disse al giudice istruttore che stava recuperando il suo canotto, quando venne aggredito verbalmente da Pende: «Sparai un colpo in aria per intimorirlo, poi lui mi saltò addosso e cademmo in acqua. In quel momento partì un altro colpo». Il principe disse anche: «Mi assumo la responsabilità per le ferite causate dalle pallottole sfuggite». In sintesi la sua linea era questa: sono stato aggredito e nella colluttazione è partito un colpo. Insomma, è stata un disgrazia. Dirk Hamer, che dormiva su uno yacht vicino, il Mapagia, sarebbe stato quindi colpito dalla seconda fucilata. Completamente diversa invece la versione di Niki Pende: «Me lo trovai davanti che gridava: “Italiani di merda, drogati”. E ha fatto fuoco due volte ad altezza d’uomo. Mi sono abbassato e poi gli sono saltato addosso». Durante il processo, Vittorio Emanuele cambiò versione e disse: «Ho sparato i due colpi in aria, non posso essere stato io a colpire Hamer». E i suoi avvocati, con un colpo di teatro, tirarono fuori una pistola Smith&Wesson che i gendarmi avevano trovato, la mattina del 18 agosto, a bordo del Mapagia. Il proprietario, il conte romano Vittorio Guglielmi Lante della Rovere, ammise subito che l’arma era sua, ma che non veniva usata da tempo. Impossibile una perizia sulla pistola, perché venne subito restituita a Guglielmi; impossibile una perizia sulla fiancata del Mapagia, perché lo yacht non venne sequestrato e Guglielmi lo fece riparare dopo qualche giorno.

La vittima Dirk Hamer fu trasportata a Marsiglia e gli viene asportata chirurgicamente una gamba. Contro il parere dei medici curanti suo padre, R.G. Hamer, lo fece trasferire a Heidelberg in Germania, dove morì.

Hamer dichiarò che Vittorio Emanuele avrebbe offerto, alla sua famiglia, 2 milioni di Marchi (circa 1 milione di Euro) se avesse rinunciato al processo. Più tardi dichiarò che la famiglia Savoia avrebbe invece offerto 10 milioni di Marchi (circa 5 milioni di Euro). In realtà, nel Settembre del 1978, le due famiglie conclusero un contratto provvisorio che prevedeva un risarcimento di 500.000 Franchi. Vittorio Emanuele pagò 200.000 Marchi (circa 100.000 Euro) di spese ospedaliere e accusò che la trasferta di Dirk Hamer a Heidelberg, contro il parere dei medici, fu la vera causa della sua morte.

La moglie di Vittorio Emanuele, Marina Doria, venne citata dal giornale tedesco Der Stern con la dichiarazione che Hamer, nel caso di un pagamento di 2 milioni di Marchi, avrebbe convinto sua figlia Birgit (che era presente sul luogo del delitto ed era una testimone) a rilasciare qualunque dichiarazione lui avesse voluto [13].

Alla fine le due famiglie non arrivarono a nessun l'accordo.

Nel 2006 Hamer dichiarò che suo figlio sarebbe stato ucciso nel 1978 dagli oppositori alla Nuova Medicina Germanica, questa fu inventata però nel 1981, dunque stranamente 2 anni dopo il fatto [14].

Il tumore ai testicoli di Hamer

Nel Marzo 1979, secondo la testimonianza di Hamer, gli viene asportato chirurgicamente (in due sedute a Tübingen - [15] un cancro ai testicoli (rif 37, 201, 202 e 203) che, sempre secondo Hamer, sarebbe apparso nel 1978 o all'inizio del 1979, circa due mesi dopo la morte di suo figlio. Nella sentenza del tribunale amministrativo di Coblenza la data dell'intervento risulta invece nel 1981.

L'invenzione della Nuova Medicina e gli anni sucessivi

Inventò la Nuova Medicina tra l'estate e l'autunno del 1981 e la presentò con un filmato al pubblico della televisione bavarese (bayerischer Rundfunk) il 4 Ottobre 1981. Un filmato venne trasmesso anche dalla RAI il giorno successivo.

Sempre nell'Ottobre del 1981 tentò di diventare professore proponendo all'università di Tübingen una sua tesi per l'abilitazione intitolata: "Das Hamer-Syndrom und die eiserne Regel des Krebses" ("la sindrome Hamer e la regola ferrea del cancro").

Il 10 maggio 1982 la tesi d'abilitazione di Hamer venne rifiutata all'unanimità (150 voti) dall'universita di Tübingen per "insufficiente qualità scientifica e insufficienza di prove a sostegno" [16].

Nel 1985 morì sua moglie, la quale aveva un cancro al seno, a causa di un infarto cardiaco (gli infarti cardiaci sono spesso una conseguenza di un tumore). Hamer dichiarò che fosse morta perché non mostrava una fiducia adeguata nei confronti della Nuova Medicina Germanica [17].

Nel 1982, tornato in Germania, aprì per un breve periodo un "Sanatorium Rosenhof" a Bad Krozingen nel quale era l'unico medico. Due giornalisti della rivista "Der Stern", indagando sulla struttura, parlarono con un'infermiera che raccontò che quasi nessun paziente ammalato di cancro del "Rosenhof" sarebbe sopravvissuto [18].

Nel caso di 50 pazienti curati da Hamer nel "Sanatorium Rosenhof", solo 7 sarebbero sopravvissuti per qualche tempo.

Nel 1983 Hamer aprì una clinica privata abusiva chiamata "Krankenhaus Haus Dammersmoor'" a Gyhum nei pressi di Bremen, che venne chiusa dalle autorità. Dichiarò che alcuni pazienti sarebbero defunti a Gyhum a causa degli articoli di giornale con un tono ostile verso lui e la sua precedente clinica "Rosenhof".

Nell'Agosto del 1985 aprì una clinica abusiva chiamata "Freunde von Dirk" a Katzenelnbogen in Rhenania che venne chiusa dalle autorità nel Dicembre dello stesso anno. Hamer aveva registrato la sua clinica come "Fremdenpension" (pensione), la faceva passare dunque per un albergo [19][20][21]. La situazione in questa clinica era scandalosa: mancavano personale, soldi, farmaci e anzitutto mancava il cibo per i pazienti. Hamer era spesso assente per giorni e lasciava da soli i pazienti. Alla fine Hamer venne denunciato alla magistratura e la clinica fu chiusa dalle autorità. La situazione scandalosa di questa clinica fu una delle cause che portarono al processo, pochi mesi dopo, nel 1986, per togliere a Hamer l'abilitazione medica.

In questa clinica vennero ricoverati anche pazienti stranieri, sopratutto francesi ed italiani. Una sola persona, senza nemmeno una formazione professionale, era addetta alla cura dei pazienti ed era presente solo per poche ore al giorno mentre Hamer, dal canto suo, era spesso assente dalla clinica, a volte per parecchi giorni. Di conseguenza le donne che si occupavano dell'amministrazione dell'ospedale [22] dovette intervenire per occuparsi dei pazienti.

Hamer era spesso in contatto con la stampa e si faceva intervistare volentieri per divulgare notizie di guarigioni miracolose. Un tipico esempio per questa prassi e' rapresentato dal caso Zemelka, un suo paziente che presento' in puntate tv, filmati video e pubblicazioni.

vedi anche: cliniche della Nuova Medicina

La perdita dell'abilitazione

Nel Marzo 1986 Hamer si spostò a Colonia e l'8 Aprile 1986 venne radiato dall'ordine dei medici dal tribunale distrettuale di Coblenza [23] in base all'articolo 5 della Bundesärzteordnung (regolamento federale per i medici).

Traduzione del referto dello psichiatra prof B. Pflug (università di Francoforte), citato in modo indiretto nella sentenza di radiazione: "(...) la struttura personale del querelante (Hamer) è da descriversi come fanatica. Sarebbe un medico con idee scurrili (...) avrebbe la particolarità di vedere le sue opinioni come verità assolute, vedrebbe tutto sotto un solo punto di vista e non lascerebbe nessuno spazio ad una valutazione equilibrata (...) le sue convinzioni nascono da una certezza maniacale (...) il suo punto di vista è ristretto a pochi argomenti che governano tutto e che non vengono riconosciuti [come tali]. Le opinioni delle altre persone sono di valore ai suoi occhi solo se confermano le sue convinzioni. Il querelante [Hamer] è fissato alla sua prospettiva di percezione. Argomenti contrari alle sue opinioni non vengono valutati in base al loro contenuto, ma vengono considerati come un attacco personale (...) Il querelante non sarebbe in grado di aiutare davvero pazienti malati di cancro, invece suscita [in suddetti pazienti] speranze infondate per un eventuale successo terapeutico, caricando gli stessi di inutili sofferenze (...)" [24][25]. Nella sentenza si legge inoltre: "(...) la particolare struttura psichica del querelante [Hamer] è il vero motivo per cui è stato radiato dall'albo e non il suo aggrapparsi alla 'teoria ferrea del cancro' (...)"

In una lettera rivolta a Hamer dall'ufficio competente si puo leggere la motivazione del ritiro dell'abilitazione: "(...) a causa della Sua certezza maniacale che le Sue concezioni scientifiche sarebbero intoccabili, Lei non era piu in grado di orietare le Sue attività mediche secondo le esigenze mediche stesse (...)"

Nel 1987 pubblicò il suo libro: "Vermächtnis einer neuen Medizin".

Nel 1990 fondò a Burgau in Austria (dove curò, senza successo, la moglie del sindaco facendole una cosidetta 'conflittolisi') un centro di consulenza che chiamò "Klinik für Neue Medizin" e che verrà chiuso nel 1995 dalle autorità austriache. A questo punto Hamer aveva già perduto la sua abilitazione da quattro anni e non poteva lavorare come medico.

Nel 2003 fece registrare il marchio della Nuova Medicina Germanica.

Hamer visse fino a Marzo 2007 in esilio in Spagna (Alhaurin El Grande, vicino a Malaga). Ha lasciato la Spagna a causa di un imminente mandato di fermo da parte della Germania ed è fuggito in Norvegia.

Secondo il suo avvocato Koch, il suo numero fax in Norvegia sarebbe il +47/33/464950 [26][27][28], questo numero appartiene a una persona (G.F.) di Sandefjord, a sud di Oslo. In un'intervista del 23 Settembre 2007, Hamer conferma di essere in Norvegia: "(...) Sono partito un giorno prima della mia cattura e sono venuto in Norvegia perché la Norvegia non fa parte della Comunità Europea e qui è molto più difficile incarcerarmi (...)" [29]

Storia criminale di Hamer

  • Nel caso 34 Js 85/86 (StA Köln - Colonia) Hamer dovette pagare la somma di 3.000 Marchi (1.500 Euro) per evitare di essere processato per aver conttravvenuto al "Heilpraktikergesetz" (legge che regola le medicine parallele), perché dall'Aprile fino allAgosto del 1986 aveva curato pazienti senza avere abilitazione medica. Da quel momento in poi ha continuato a praticare la professione abusivamente in diversi paesi.
  • Il 22 Gennaio 1992 venne condannato dal tribunale distrettuale di Colonia a 4 mesi di prigione per aver curato un ragazzo ammalato di cancro con una terapia non idonea, il ragazzo perse una gamba.
  • Il 27 Luglio 1993 venne condannato in Austria, per calunnia, a 6 mesi con condizionale.
  • Nel 1995 esplose il caso di Olivia Pilhar: i genitori della bambina vennero condannati a 8 mesi [30]
  • Nel 1997 Hamer venne arrestato e condannato, il 9 Settembre, dal tribunale di Colonia a 19 mesi di reclusione per omissione di soccorso a persona in pericolo, per infrazione alla legislazione sulle medicine alternative (Heilpraktikergesetz) e per esercizio illegale della pratica medica, a seguito del decesso di tre malati di cancro che Hamer aveva allontanato dalla medicina tradizionale. Restò in carcere per 12 mesi. Nel 2000 si trasferì in modo definitivo in Spagna, sfuggendo così ad un nuovo mandato di cattura.
  • Nell'Ottobre del 2001 venne condannato, in sua assenza, a 18 mesi di reclusione e 200.000 Euro di multa in Francia per "exercice illeggal de la medecine, complicite de non-assistance a personne en danger, complicite d'exercice illegal de la medecine, et escroquerie" (rif 34). Il processo partì dalla denuncia di un uomo (G.C. di Chambery) che accusò che sua moglie (morta di cancro al seno non curato da una terapia convenzionale [31]) sarebbe stata una vittima della nuova medicina. Altre due persone seguirono poi suo esempio denunciando Hamer. Venne nuovamente arrestato in Spagna nel Settembre del 2004 ed estradato in Francia a causa di un mandato di fermo europeo emesso dalla Francia. Scontò di conseguenza, in Francia, la pena di tre anni di reclusione per frode ed esercizio abusivo della professione medica dalla condanna del tribunale di Chambery del primo luglio 2004, dopo sei anni di procedure giuridiche. Venne rilasciato il 16 febbraio 2006, tre mesi prima della sua scarcerazione prevista.

Legami ed opinioni politiche di Hamer

Hamer ha espresso, in un'intervista video lunga 60 minuti rilasciata nell'Aprile 2006 a Matthes Haug (famoso perché faceva pubblicità ai comizi di Rudolf Hess), la volontà di diventare il presidente ("Reichspräsident") di un futuro "Deutsches Reich" (vedi per spiegazioni rif 13) e mostrò chiaramente la sua simpatia per gruppi politici che hanno intenzione di ripristinare il "Deutsches Reich", che comprenderebbe anche territori che prima del 1945 appartenevano alla Germania e che si trovano adesso in Polonia o altrove [32][33][34][35]. "Um Ordnung zu schaffen" dichiarava, "per creare ordine", mostrando una carta d'identità falsa, nella quale veniva certificato che fosse cittadino di un ipotetico "Deutsches Reich", ed una targa automobilistica del futuro "Deutsches Reich" con i colori della bandiera tedesca della prima guerra mondiale.

Il pedagogo austriaco Erich Ledersberger, che nel 1995 incontrò Hamer, scrisse sul giornale austriaco "Der Standard", che Hamer avrebbe negato l'olocausto (in Germania tale affermazione è vietata dal codice penale) dicendo: "Gli ebrei si sono fatti giustiziare i loro nomi (...) Non sono stati uccisi, sono semplicemente spariti. E stanno usando un altro nome, essendo pagati dal popolo tedesco, che ha dovuto pagare risarcimenti. Sette milioni di ebrei sono dunque vivi!".

Il partito di estrema destra NPD (che pochi anni fa doveva essere proibito dal governo tedesco e che per motivi tecnici è invece sopravvissuto, e che può esser collocato a destra della AN italiana) ha fatto alcune volte pubblicità alla Nuova Medicina Germanica di Hamer [36], e si sa che molti aderenti a Hamer si sentono di "destra".

Molte pubblicazioni di Hamer mostrano un chiaro antisemitismo. Il libro "Vermächtnis einer Neuen Medizin" è stato messo in vendita nel 2001 dalla casa editrice di estrema destra Osiris Buchversand.

Personalità internazionali che negano l'olocausto come Frederick Toben (Adelaide-institute) indicavano Hamer, durante la sua prigionia in Francia, come vittima di una lobby ebraica ("refusing to bend to Jewish pressure" / "si rifiuta di piegarsi alle pressioni ebree").

Sulle pagine internet dell'antisemita "BFED / Bund für echte Demokratie" (dominio registrato per motivi legali in Danimarca) viene fatta pubblicità alla Nuova Medicina Germanica, gli autori di questo testo non possono scrivere il nome del sito per motivi legali, il quale può essere però facilmente trovato usando un motore di ricerca come Google.

L'"Organizzazione delle Donne di Estrema Destra" ("Gemeinschaft Deutscher Frauen" - GDF) pubblicizza la Nuova Medicina Germanica di Hamer, e questo vale anche per il teologo di estrema destra e sedevacantista Johannes Rothkranz [37][38].

15 Ottobre 2005: durante una dimostrazione di seguaci di Hamer venne mostrato uno striscione con la scritta: "Chemo-Holokaust - 15 Mio. Deutsche seit 1984" ("Chemio-Olocausto - 15 milioni di tedeschi dal 1984").

Nel 2007 Hamer aggiunge: "(...) Quelli che hanno già volgarmente alluso al fatto che io sia impazzito, li potete confutare voi stessi. Perché quella che si è svolta qui è solo un'altra versione di quello che si sta svolgendo da 26 anni, per la quale in Germania sono cadute vittime 20 milioni di pazienti ed in Italia 15 milioni" [39].

Non si conoscono le motivazioni dell'antisemitismo di R.G. Hamer. Si sa però che durante il periodo nazista, a partire dal 1935, in Germania la cosiddetta "Nuova Medicina Tedesca" ("Neue Deutsche Heilkunde" o "Deutsche Heilkunde" concetto del Reichsärzteführer Wagner) doveva sostituire la cosiddetta "sporca medicina scolastica ebraica" ("verjudete Schulmedizin").

La medicina scientifica, allora, veniva identificata come "medicina scolastica degli ebrei" dai social-nazionalisti. Qui bisogna però fare un distinguo tra il termine neutrale "Schulmedizin der Juden" (medicina scolastica degli ebrei) e il termine usato "verjudete Schulmedizin" che è difficilmente traducibile in italiano e che si potrebbe tradurre con "medicina scolastica inquinata dagli ebrei", perché la parola "verjudet" ha una fortissima connotazione negativa e fa pensare a qualche cosa di sporco o degenerato.

A quell'epoca, molti medici tedeschi erano ebrei e solo pochi sono sopravvissuti fuggendo in tempo all'estero.

C'è chi sostiene che Hamer avrebbe usato anche lui la straziante denominazione "verjudete Schulmedizin" per la medicina scientifica di oggi, gli autori di questo testo non sono in grado di trovare una fonte inconfutabile per questa affermazione che, di conseguenza, rimane una voce da parte di due fonti indipendenti senza conferma.

Bisogna ricordare che è stato Samuel Hahnemann ad usare per primo il termine "Schulemedizin" (medicina scolastica/scientifica) nel 1876, termine che dopo si è trasformato in "Schulmedizin" senza la "e". Hahnemann e anche l'omeopata tedesco Franz Fischer si riferivano però alla medicina accademica dell'epoca che, allora, si basava ancora in parte sulla patologia umorale di Galeno e sui sistemi consecutivamente derivanti dalla patologia umorale.

Schulemedizin/Schulmedizin è un termine che veniva usato allora in un senso negativo per la medicina insegnata e praticata in un ambiente universitario. La medicina insegnata oggi in ambiente accademico di solito non si autodefinisce in Germania come Schulmedizin, (termine col quale alcuni vogliono addirittura indicare l'omeopatia hahnemanniana che viene insegnata spesso in un modo dogmatico), ma si definisce di solito "Evidence Based Medicine" (Medicina Basata sulle Prove), una medicina che si adatta continuamente alle esigenze e alle osservazioni scientifiche [40][41].

Geerd Ryke Hamer e le accuse di antisemitismo

Geerd Ryke Hamer è stato molte volte accusato di aver divulgato affermazioni con contenuti antisemiti e attualmente (primavera 2007) è in corso un procedimento penale contro lui con l'accusa di istigazione all'odio tra i popoli (articolo 130 del codice penale federale in Germania) dalla procura di Cottbuscon: codice 1653 Js 2797/06, pubblico ministero Wilfried Robinek.

È inoltre in corso il caso 10 UJs 6999/06 della procura di Rottweil (Germania).

Hamer si sente perseguitato da molti anni da organizzazioni e "logge" ebree e nomina per esempio la B'nai Brith di New York.

Non si fa problemi inoltre definire le persone che si mostrano critiche verso la sua Nuova Medicina Germanica semplicemente "ebree". Un esempio è l'oncologo italiano Umberto Veronesi, ma Hamer ha definito anche il defunto papa polacco Wojtila come "ebreo" [42].

Almeno in Germania, il suo antisemitismo viene tollerato o anche rafforzato dai molti dei suoi aderenti.

Hamer e la negazione dell' olocausto: il pedagogo austriaco Erich Ledersberger, che nel 1995 incontrò Hamer, scrisse sul giornale austriaco "Der Standard", che Hamer avrebbe negato l'olocausto (in Germania una tale affermazione è vietato dal codice penale) dicendo: "Gli ebrei si sono fatti giustiziare i loro nomi (...) Non sono stati uccisi, sono semplicemente spariti. E stanno usando un altro nome, essendo pagati dal popolo tedesco, che ha dovuto pagare risarcimenti. Sette milioni di ebrei sono dunque vivi!" [43] .

Personalità internazionali che negano l'olocausto come Frederick Toben (Adelaide-institute) indicavano Hamer, durante la sua prigionia in Francia, come vittima di una lobby ebraica ("refusing to bend to Jewish pressure" / "si rifiuta di piegarsi alle pressioni ebree").

Anche la sua relazione con l'anitisemita Iwan Götz prova le sue relazioni con l'ambiente dei negatori dell'olocausto in Germania.

Una più dettaglia discussione con tutti i riferimenti si può trovare qui: Hamer e il suo antisemitismo.

Strane affermazioni a proposito di alcune malattie

  • AIDS: sarebbe secondo Hamer un'allergia contro lo smegma e "(...) i virus dell'HIV non vengono trovati nei pazienti malati di AIDS (...)" [44].
  • Denti cariati: sono il risultato di un "conflitto del non-poter-mordere".
  • Diabete: sarebbe, nelle donne mancine, un "conflitto sessuale" provocato dal disgusto verso l'organo sessuale maschile, o verso le rane.
  • Anemia: secondo Hamer valori dell'emoglobina fino a 5g/100ml sarebbero tollerabili, e l'intervento dovrebbe iniziare solo in casi di valori inferiori a 3g/100ml. (I valori normali sono tra 12 nelle donne e circa 13,5 negli uomini). Secondo lui, nei casi di anemia nei bambini, essa si svilupperebbe soltanto perché il volume del sangue aumenterebbe e la concentrazione dei globuli rossi (e l'emoglobina) diminuirebbero. In realtà succede il contrario: nei casi di anemia il volume del sangue è uguale o inferiore e si può determinarne il volume con l'insulina.

Hamer e teorie del complotto

Citazione di Geerd Ryke Hamer in un intervista di Giugno 2006:

"Non e mai successo al mondo che di proposito siano state macellate 2 miliardi di persone in 25 anni e, ironia della sorte, senza costringere nessuno: vanno tutti volontariamente al mattatoio, tanto terrorizzati sono ormai dell'idea del cancro "maligno", il demonio dei giorni nostri! Dobbiamo credere che tutto questo abbia un fondamento scientifico? Io non credo neanche all'olocausto, per lo meno non nel modo in cui ce l'hanno raccontato e, in questo, non sono ovviamente l'unico. Non credo neppure che l'uomo sia sbarcato sulla luna, o peggio, che le Twin Towers siano state abbattute dagli arabi: a questo, poi, ormai quasi nessuno ci crede."

Hamer e Umberto Veronesi

Fax inviato da U. Veronesi

Bugie o asserzioni senza ricerca da parte di RG Hamer? In una lettera [45] pubblicata il 18 Dicembre 2006, Hamer racconta:

"Pensate: oggi ha riferito una paziente che lei sarebbe andata con il libro d'oro (Testamento) in italiano da questo prof. Veronesi e avrebbe chiesto: "Signor Professore, Lei conosce questo "Libro d'oro" e la Nuova Medicina Germanica del Dr. Hamer"? Ed egli avrebbe risposto: "Si, molto bene! La Nuova Medicina Germanica è la miglior cosa che esiste. Se Lei conosce la Nuova Medicina Germanica, Lei non ha bisogno di fare la chemio." Come abbiamo scoperto dopo alcune indagini, l'ha già detto a numerosi pazienti: perché non a tutti, anche senza richiesta?" In questa lettera aperta Hamer accusa il celebre oncologo italiano prof. Umberto Veronesi di essere un "ebreo" ("Prof. Umberto VERONESI, selbst Jude"). Umberto Veronesi ha risposto alla domanda di uno degli autori di questo testo se tale asserzione fosse vera, e ha risposto con un fax il giorno 29/12/2006 smentendo chiaramente Hamer (vedi immagine del fax).

In una rubrica del Corriere della Sera [46] , il 26 Aprile 2006, si esprime Umberto Veronesi a proposito della Nuova Medicina Germanica: Cara Daniela, continui ad aderire alla cura con la lucidità e coscienza che dimostra, senza confondere vivere e sopravvivere. Lei sta vivendo e con grande energia. Quanto ad Hamer, deve pensare che il mondo della scienza biomedica, peraltro impegnatissimo ad aggiornarsi ad un ritmo sempre più serrato, è teso a sviluppare il dibattito scientifico sulle ricerche che seguono e i suoi principi e i suoi metodi. C'è una metodologia mondiale e universale, che è quella delle pubblicazioni scientifiche, attraverso cui la scienza dialoga, con l'obiettivo di arrivare a risultati concreti. Dunque se non ha trovato commenti è perché presumibilmente Hamer non ha pubblicato risultati di lavori di ricerca su riviste internazionali. Nulla di strano.

Veronesi aggiunge il 18 maggio 2007 un altro commento sulla Nuova Medicina Germanica [47]: Caro Marco, su questo forum ho già risposto a molti messaggi che mi interpellavano sullo stesso argomento. Riprendo dunque quanto ho già avuto occasione di scrivere: in base alla teoria che lei cita, ogni tumore è provocato solo ed esclusivamente da un trauma psicologico e quindi si può curare solo curando la psiche del malato. Tuttavia non esistono prove scientifiche di un legame causa-effetto fra psiche e tumori e quindi non possiamo certamente affermare che il cancro sia una malattia psicosomatica. Si tratta ancora una volta di una delle cosiddette medicine "alternative": per pronunciarsi sulla loro validità occorre che vengano sottoposte a criteri di verifica scientifici che, in questo caso specifico, non hanno fornito alcun esito positivo.

È da ricordare che il teologo Geerd Ryke Hamer non solo considera Veronesi un "ebreo", ma anche il defunto papa Wojtila, capo della chiesa cattolica...[48]

Sul sito internet [49] si trova una traduzione di questa lettera di Hamer, ma sono state tagliate via le ultime frasi che iniziano con "Ein Silberstreifen am Horizont...".

Una versione integrale è invece visibile qui: [50]. Queste pagine di Fabrizio C. (di Recanati MC) sembrano di essere attualmente (2007) le pagine scelte da Hamer per divulgare le sue lettere e messaggi senza dovere sospettare "censure".

Altri siti internet pro-NMG avevano pubblicato in passato solo una parte delle lettere o avevano addirittura tagliato via parti dei contenuti.

Hamer come paziente

Nel 2001 Hamer si è sottoposto in Spagna ad una TAC della colonna vertebrale e mostra sue lastre e dei suoi referti radiologici (che di solito non presenta mai in altri casi) su internet: [51][52].

La tesi die laurea di Hamer

Untersuchungen über den Einfluss des Adaptinols (Heleniens) auf die Dunkeladaptation des gesunden Auges. Von Ryke Geerd HAMER. Ricerche sull'influenza dell'Adaptinol (Helenia) sull'adattamento al buio dell'occhio sano. Di Ryke Geerd HAMER. Tübingen 1963. Con immagini, Med. F., dissertazione V. 20 dicembre 1963

Adaptinol è un altro nome della luteina, un colorante con una funzione biologica, chiamato anche Xanthophylla. Helenia è il nome del palmitato della luteina.

weblink

riferimenti

  1. GERMANISCHE NEUE MEDIZIN FORLAG DR. HAMER. SANDKOLLVEIEN 11, 3229 SANDEFJORD. Innehaver: HAMER RYKE GEERD. Telefon: +47 33 522133. Telefax: +47 33 522134. [1]
  2. http://www.dossierhamer.it/sentenze/sentenze.html
  3. http://www.vg-frankfurt.justiz.hessen.de/C1256CD00048A06A/vwContentByKey/W25T7DV3082JUSZDE/$File/PR%2005.11.2003.pdf Communicazione stampa tribunale amministrativo di Francoforte del 2003
  4. 4,0 4,1 4,2 4,3 Sentenza del Oberverwaltungsgericht Rheinland-Pfalz a Koblenz (tribunale amm. superiore di Rheinland-Pfalz Coblenza) con codice 6A 10035/89.OVG 9K
  5. Sentenza del tribunale amm. di Sigmaringen codice 8K 610/03
  6. Sentenza del tribunale amm. di Sigmaringen codice 8K 610/03
  7. 7,0 7,1 Articolo apparso nella rivista "Der Stern" il 24 novembre 1983, autori: Teja Fiedler e Cordt Schnippen Faxsimile: stern_1.jpg stern_2.jpg stern_3.jpg stern_4.jpg stern_5.jpg http://www.ariplex.com/agb/a70205/stern.htm (104)
  8. http://maurosuttora.blogspot.com/2006/10/intervista-birgit-hamer.html e http://maurosuttora.blogspot.com/2006/06/vittorio-emanuele-di-savoia.html Mauro Suttora: Intervista Birgit Hamer, figlia di RG Hamer del 27 settembre 2006(156)
  9. stricia la notizia
  10. http://www.repubblica.it/2006/09/sezioni/cronaca/vittorio-emanuele/savoia-hamer/savoia-hamer.html
  11. http://www.corriere.it/Primo_Piano/Cronache/2006/06_Giugno/16/precedente.shtml
  12. http://www.feltrinelli.it/BlogItem?item_id=2352
  13. Articolo apparso nella rivista "Der Stern" il 24 novembre 1983, autori: Teja Fiedler e Cordt Schnippen Faxsimile: stern_1.jpg stern_2.jpg stern_3.jpg stern_4.jpg stern_5.jpg http://www.ariplex.com/agb/a70205/stern.htm (104)
  14. http://www.laborjournal.de/editorials/214.html articolo Laborjournal 10.10.06
  15. settimanale der Spiegel del 8.9.1997: ...Zwei Wochen später sei er an Hodenkrebs erkrankt. In Tübingen wurde er operiert, auf eigenen Wunsch, wie er sagt, denn die Professoren hätten erst noch abwarten wollen. "Der Pathologe in Tübingen sagte am Tag darauf: Sechs Wochen später hätte ich keinen Pfifferling mehr für Sie gegeben."(rif 205)
  16. Il Habilitationsausschuss dell'università di Tübingen: "In den Sitzungen des Habilitationsausschusses der Medizinischen Fakultät der Beklagten am 8.12.1981 und 19.1.1982 wurde Prof. Dr. Schrage - Frauenklinik - und Prof. Dr. Wilms - Medizinische Klinik, Abteilung Innere Medizin - beauftragt, über die eingereichte Arbeit ein Fachgutachten zu erstellen. Am 2.2.1982 erstattete Prof. Dr. Schrage sein Gutachten. Darin ist ausgeführt, daß Form und Methodik der Arbeit den Grundregeln einer Habilitationsschrift nicht entsprechen. Der Kläger entwickle seine Ansichten nicht sachlich und prägnant, sondern der Stil der Arbeit sei geprägt durch persönlich-emotionale Momente. Auch nehme er keinerlei Bezug auf die vorhandene umfangreiche Literatur. Die Anschauungen des Klägers seien auch als Spekulation nicht zu akzeptieren. Auch der Zweitgutachter Prof. Dr. Wilms legte in seinem Gutachten vom 11.3.1982 dar, daß Form und methodisches Vorgehen des Klägers in seiner Arbeit nicht den Regeln einer wissenschaftlichen Publikation entsprechen. Eine Auseinandersetzung mit der Literatur zu den Entstehungstheorien des Krebses fehle vollständig. Der Kläger äußere sich ohne sachliche Argumentation entweder polemisch oder sensitiv als Außenseiter der sogenannten Schulmedizin. Eine wissenschaftlichen Kriterien genügende, reproduzierbare Darstellung der Methodik insbesondere bei der Auswahl des Krankengutes und der Durchführung der Patientengespräche fehle ebenfalls vollständig. Die Nomenklatur des Klägers erwecke in vielen Bereichen den Eindruck einer Pseudowissenschaftlichkeit. Der vom Kläger postulierte zeitliche Zusammenhang zwischen Konflikt und Krebsentstehung sei an keinem der vom Kläger dargestellten Beispiele schlüssig nachgewiesen. Zusammenfassend ist der Gutachter der Auffassung, daß der Fakultät die Annahme der Arbeit als Habilitationsleistung nicht empfohlen werden könne, da diese an gravierenden formalen, methodischen und sachlichen Mängel leide. Am 4.5.1982 lehnte der Habilitationsausschuß der Medizinischen Fakultät nach Bekanntgabe der Gutachten und abschließender Diskussion einstimmig die Anerkennung der eingereichten Arbeit des Klägers als Habilitationsleistung ab."
  17. ...Naturalmente.... Penso che questo è il suo problema, che lui si sente perseguito. E poi la morte del suo figlio... e poi quello che mi raccontava sempre allora: che la sua moglie avrebbe avuto il suo cancro a causa della morte del figlio... e che poi lei [la sua moglie] non credeva in suo metodo [la moglie di Hamer era anche medico] e che sarebbe morta per questo motivo. [perche non credeva nei metodi del suo marito]. E litigava con tutti. Ha solo accetato se stesso e non ha mai accetato la chiusura della clinica e ha continuato a "curare". Da un giorno a l'altro eravamo una impresa privata, non c'era piu l'autorizzazione statale da parte del governo regionale. Allora ha detto: OK, io sono una pensione per ospiti. Litigava con tutti. Non c'era la possibilita di discutere qualche cosa con lui, neanche a proposito di domande amministrative... Testimonianza sig Müller, da: http://www.transgallaxys.com/~italix/testimonianze
  18. Articolo apparso nella rivista "Der Stern" il 24 novembre 1983, autori: Teja Fiedler e Cordt Schnippen Faxsimile: stern_1.jpg stern_2.jpg stern_3.jpg stern_4.jpg stern_5.jpg http://www.ariplex.com/agb/a70205/stern.htm
  19. Sentenza del Oberverwaltungsgericht Rheinland-Pfalz a Koblenz (tribunale amm. superiore di Rheinland-Pfalz Coblenza) con codice 6A 10035/89.OVG 9K. (37)
  20. *http://www.pilhar.com/News/Amici_n/89_1.htm
  21. *http://www.transgallaxys.com/~italix/testimonianze interviste con ex-collaboratori di Hamer degli anni 80
  22. *http://www.transgallaxys.com/~italix/testimonianze
  23. caso codice 9 K/215/87
  24. Sentenza del Oberverwaltungsgericht Rheinland-Pfalz a Koblenz (tribunale amm. superiore di Rheinland-Pfalz Coblenza) con codice 6A 10035/89.OVG 9K
  25. Il giorno 8 aprile 1986, viene vietato a Hamer di esercitare la professione di medico. Alla base del divieto sta anche una perizia psichologica del giorno 27 novembre 1985. La perizia viene citata nella sentenza del tribunale amministrativo superiore di Koblenz (Coblenza) del 1990. In questa perizia si puo leggere:..der Wesenszug des Klägers (Hamer) sei am ehesten mit dem Begriff des Fanatischen zu beschreiben. Er sei ein Arzt mit skurrilen Ansichten, (...). Er besitze eine ungewöhnliche Bereitschaft, eigene Ansichten absolut zu setzen, neige dazu, alles einer einzigen Tendenz unterzuordnen und habe kein Spielraum für ein besonnenes Abwägen (...). Seine Überzeugungen würden von wahnähnlicher Gewißheit, (...), getragen. (...) sein (Hamers) Gesichtsfeld ist auf wenige Anliegen eingeengt, denen alles untergeordnet und dabei in seiner Eigenart verkannt wird. Die Ansichten anderer interessieren ihn nur soweit, als sie zur Bestätigung der eigenen vorgefaßten Meinung herangezogen werden können. (...) Der Kläger (Hamer) ist ungewöhnlich rigide an seine eigene Wahrnehmungsperspektive fixiert. Gegenargumente prüft er nicht auf ihren sachlichen Gehalt, sondern sieht in ihnen lediglich Angriffe, die der eigenen Person gelten. (...) Der Kläger (Hamer) sei nicht in der Lage, Krebskranken wirklich zu helfen, sondern wecke bei diesen unbegründete Hoffnungen auf einen Heilerfolg, wobei er seinen Patienten unnötige Strapazen aussetze." traduzione:...Il carattere di Hamer e da considerare piutosto come un carattere fanatico. Si tratta di un medico con idee scurile, pronto a credere nella assolutita delle sue idee, incapace di una valutazione equilibrata...le sue convinzioni hanno un carattere maniacale...il suo campo visivo e limitato a pocche domande. Hamer non si interessa per opionioni di altre persone, se queste non confermano le sue convinzioni...Hamer non valuta argomenti contrari alle sue idee e vede in contra-argomenti solo un aggressione contra la sua persona....Hamer e incapace di aiutare pazienti affetti da cancro, invece crea in queste persone solo speranze, e provoca solo ulteriori strapazzate inutili.... link: http://web.archive.org/web/20040621050547/http://pilhar.com/Hamer/Korrespo/1986/861217.htm (il link originale e stato cancellato nel fratempo)
  26. http://psiram.com/index.php/Bild:Hamer-norwegen.jpg
  27. intervista in lingua tedesca del 1. agosto 2007
  28. Lettera aperta del 9.3.07: 9 Marzo 2007. Cari amici, sono costretto mio malgrado a partire dal mio esilio spagnolo. in effetti, non devo raccontarvi nulla di nuovo a proposito delle strane accuse della procura di Cottbus (Robbineck). Sono accusato di "Volksverhetzung" (eccitamento del odio tra i popoli), solo per aver detto la verità e non aver taciuto a proposito degli responsabili di questo osteggiamento. Attualmente non so cosa mi rimproverano concretamente, ma questo, per quanto riguarda il mio caso, non fa nessuna differenza.. Siamo tornati al medioevo, quando i cosiddetti "eretici" venivano accusati dal'inquisizione (oggi: polizia dei pensieri) e venivano puntualmente giustiziati. In verita niente e cambiato da allora. Oggi la pena minima è di 5 anni. Devo aspettarmi da un giorno all'altro che venga emesso un mandato di cattura, al quale gli spagnoli reagirano probabilmente (come nel settembre 2004) con l'estradizione. Spero che questo sara più difficile nel luogo dove chiederò asilo politico. Dal mio nuovo esilio farò tutto per permettere ai nostri pazienti di poter usufruire della nostra Nuova Medicina Germanica, che come sapete, viene usata da una particolare comunita religiosa da 23 anni. Viva la Nuova Medicina Germanica !!! Viva la Medicina Sagrada - la medicina sacra!!! Vi saluto tutti, vostro Ryke Geerd Hamer Dr. med. Mag. theol. Ryke Geerd Hamer 09. März 2007 Liebe Freunde, notgedrungen habe ich mich dazu entschließen müssen, aus meinem spanischen Exil wegzuziehen. Ich brauche Euch ja über die höchst merkwürdige Strafverfolgung der Staatsanwaltschaft (Robineck) in Cottbus nichts zu erzählen. Ich bin wegen "Volksverhetzung" angeklagt, nur weil ich die Wahrheit gesagt und dabei Roß und Reiter nicht verschwiegen habe. Ich weiß zurzeit nicht, was man mir konkret vorwirft, aber das ist ja in meinem Fall ohnehin gleichgültig. Es ist inzwischen wieder wie im Mittelalter, als sog. "Ketzer" von der Inquisition (heute Gedankenpolizei) angeklagt und regelmäßig hingerichtet wurden. Im Grunde hat sich seit damals nichts geändert. Mindeststrafe heute: 5 Jahre Haft. Ich muß jeden Tag damit rechnen, daß wieder ein Haftbefehl ausgestellt wird, den die Spanier dann, wie gehabt (September 2004) vermutlich durch erneute Auslieferung unterstützen würden. Ich hoffe sehr, daß dies, dort wo ich jetzt politisches Asyl beantragt habe, schwieriger sein wird. Ich werde auch aus meinem neuen Exil alles dafür tun, daß unsere Patienten die Germanische Neue Medizin anwenden dürfen, die wie Ihr ja wisst, eine bestimmte religiöse Gemeinschaft schon seit 23 Jahren weltweit anwenden darf. Es lebe die Germanische NEUE MEDIZIN !!! Viva la Medicina Sagrada - die heilige Medizin!!! Ich grüße Euch alle, Euer Ryke Geerd Hamer
  29. http://www.nuovamedicinagermanica.it/index.php?option=com_content&task=view&id=98&Itemid=41
  30. sentenze del tribunale di Vienna contro la coppia Pilhar, http://web.archive.org/web/20041212144410/www.pilhar.com/Olivia/Korrespo/1996/961111ur.htm
  31. Sentenza del Oberverwaltungsgericht Rheinland-Pfalz a Koblenz (tribunale amm. superiore di Rheinland-Pfalz Coblenza) con codice 6A 10035/89.OVG 9K.
  32. vedi l'intervista con l'esponente KRR Haug su: http://www.lnc-2010.de/html/neues_deutschland.html * (video in tedesco, cancellato mentretempo) , vedi anche: http://www.deutsches-reich-heute.de/html/index2.php con una mappa della Germania del 1937.
  33. http://www.niederbayern.npd.de/index.php?auswahl=veranstaltung_detail&veranstaltung_id=19 pubblicita per la NGM su pagine della NPD (sez. Baviera)
  34. http://web.archive.org/web/20030813231134/http://www.npd-sachsen-anhalt.de/gesundh.htm Sulle pagine web della NPD di Niederbayern (Baviera) erano stati annunciati dieci incontri informativi in Baviera e nella vicina Austria a proposito della "Germanische neue Medizin"
  35. I KRR in Germania: da qualche tempo (sopratutto dopo il 1990) esistono in Germania alcuni gruppi "kommissarische Reichsregierung KRR" (=governo provisorio dello Reich) che pretendono di rappresentare un ipotetico "Deutsches Reich" (regno tedesco) che avrebbe continuato ad esistere dal 1945, in continuazione del governo tedesco in vigore fino alla fine della seconda guerra mondiale. Inventano "tribunali dello Reich", "ministeri della salute" e cosi via. Questi gruppi hanno un sostegno da movimenti della estrema destra in Germania e sono in un fortissimo contrasto tra loro perche ciascun gruppo pretende di essere "il vero governo provvisorio" e perche ciascun gruppe esiste economicamente vendendo passaporti e licenze di guida del proprio "governo". I diversi gruppi si minacciano con denuncie dirette ai propri "tribunali dello Reich". Secondo sentenze di tribunali amministrativi, i KRR non hanno nessun diritto pubblico e i passaporti corrispondenti non hanno nessun valore per una identificazione. Uno di questi KRR pensa di rappresentare davvero il vecchio Reich, perche lettere raccomandate inviate all'ambasciata USA di Berlino tornavano indietro con lo stampo "ricevuto". RG Hamer è stato avvicinato da uno di questi "governi" KRR (Haug, un esperto in materia "energia libera") e si era dichiarato disposto a diventare il presidente dello stato (Reichspräsident) di un tale "regno". Esempio: http://www.deutsches-reich-heute.de (cliccando si arriva ad una mappa della Germaia del 1937 e un intervista con RG Hamer) Sentenza Amtsgericht Duisburg: Eine "deutsche Reichsverfassung" vom 19. 1. 1996, eine kommissarische Reichsregierung oder ein kommissarisches Reichsgericht existieren ebenso wenig, wie die Erde eine Scheibe ist. ...Anders lautende Behauptungen und Rechtsansichten beruhen auf ideologischen Wahnvorstellungen. Sie werden gemeinhin allenfalls von rechtsradikalen Agitatoren (vgl. dazu BVerfGE 2, 1 [56 f.]; Verfassungsschutzbericht 2003, hrsg. vom BMI, 2004, S. 55, 89 f.) oder Psychopathen vertreten (Beschl. v. 26. 1. 2006 - 46 K 361/04; NJW 2006, 3577) Traduzione (molto divertente) di una citazione della sentenza del tribunale amm. di Duisburg (codice 46K361/04) del 2004: ...un governo provvisorio dello Reich o un tribunale provisorio dello Reich non esistono come la terra non è un disco...affermazioni in favore di una loro esistenza si basano su manie ideologiche...[tali affermazioni] sono rappresentate di solito da agitatori di estrema destra (vedi rapporto dello servizio secreto civile tedesco Verfassungsschutz del 2003) o da persone psicopatiche...
  36. http://www.niederbayern.npd.de/index.php?auswahl=veranstaltung_detail&veranstaltung_id=19 pubblicita per la NGM su pagine della NPD (sez. Baviera) http://web.archive.org/web/20030813231134/http://www.npd-sachsen-anhalt.de/gesundh.htm Sulle pagine web della NPD di Niederbayern (Baviera) erano stati annunciati dieci incontri informativi in Baviera e nella vicina Austria a proposito della "Germanische neue Medizin".
  37. http://www.h-ref.de/literatur/r/rothkranz/wussten-sie-schon.php
  38. http://www.neue-medizin.de/html/die_sensation.html
  39. http://www.nuovamedicinagermanica.it
  40. Eppenich H: Zur Geschichte der richtungsweisenden Dissense unter den Homöopathen, dargestellt am Leitfaden der Geschichte der deutschen homöopathischen Krankenhäuser (Teil I). Allg. Hom. Zeitung, 41, 21-30, 1998
  41. Jütte R: Geschichte der Alternativen Medzin. Von der Volksmedizin zu den unkonventionellen Therapien von heute. C. H. Beck Verlag, München, pag.34, 1996
  42. ...Es sei in höheren Freimaurerkreisen allgemein bekannt, daß die Freimaurerloge Propaganda 2 (kurz P 2), der auch der jüdisch-polnische Papst Woytila-Katz und 20 seiner Kurienkardinäle angehören sollen, seit 8 Jahren grünes Licht hat, die Familie Hamer zu verfolgen und zu terrorisieren, um den Prozeß gegen die jüdisch-italienischen Prinzen V. Emmanuel zu verhindern, der den Sohn des Dr. Hamer, Dirk Hamer, getötet hat und dafür nach dem zweimaligen Urteil der Cour de Cassation in Paris wegen vorsätzlichem Mord angeklagt werden sollte, aber nicht angeklagt wird...
  43. Die Juden haben ihre Namen köpfen lassen ... Sie wurden nicht umgebracht, sie verschwanden einfach. Und lassen es sich gut gehen unter anderem Namen, auf Kosten des deutschen Volkes, das Wiedergutmachung zahlen muss. Sieben Millionen ermordete Juden leben also! da: http://www.unet.univie.ac.at/~a9603811/php/stoppwahnsinnblog/index.php?/archives/85-Geerd-Hamer-und-die-Neue-Medizin.html
  44. http://www.nuovamedicinagermanica.it/images/NuovaMedicinaGermanica/Presentazione%20NMG%202006.pdf
  45. *http://www.pilhar.com/Hamer/Korrespo/2006/20061218_Hamer_SoWerdenJudenBehandelt.htm
  46. http://forum.corriere.it/loggi_e_il_domani_della_ricerca/26-04-2006/nuova_medicina-556851.html
  47. http://forum.corriere.it/loggi_e_il_domani_della_ricerca/18-05-2007/hamer-827179.html
  48. ...Es sei in höheren Freimaurerkreisen allgemein bekannt, daß die Freimaurerloge Propaganda 2 (kurz P 2), der auch der jüdisch-polnische Papst Woytila-Katz und 20 seiner Kurienkardinäle angehören sollen, seit 8 Jahren grünes Licht hat, die Familie Hamer zu verfolgen und zu terrorisieren, um den Prozeß gegen die jüdisch-italienischen Prinzen V. Emmanuel zu verhindern, der den Sohn des Dr. Hamer, Dirk Hamer, getötet hat und dafür nach dem zweimaligen Urteil der Cour de Cassation in Paris wegen vorsätzlichem Mord angeklagt werden sollte, aber nicht angeklagt wird...
  49. http://www.nuovamedicina.com nuovamedicina.com
  50. http://www.nuovamedicinagermanica.it/index.php?option=com_content&task=view&id=54&Itemid=41
  51. *http://www.pilhar.com/Hamer/Korrespo/2001/20010508_Hamer_an_GrandInst_CT.htm
  52. *http://www.pilhar.com/Hamer/Korrespo/2001/20010508_Hamer_an_GrandInst_Befund.htm referti